"Quando gli uomini condividono il pane condividono la loro amicizia...."

venerdì 21 ottobre 2011

Auguri a Stefano!!!!!!!!

Per festeggiare STEFANO ieri sera ci siamo dati appuntamento da Beatrice e...Stefano, appunto.Ore 21.00.
"La Bea", come sempre, ha superato se stessa, cucinando un piatto tipico fiorentino, adatto alla stagione autunnale: Il peposo.
   
Uno spezzatino cotto lentamente e a lungo  nel coccio, coperto di

 vino, insaporito di grani di pepe, e poi servito sulle fette di pane.

Pare che  Filippo Brunelleschi se lo mangiasse in pausa pranzo
 con gli operai della fornace, mentre lavoravano alla cupola del
 Duomo di Firenze.Un cibo da muratori quindi, ma di tradizione.Ogni famiglia che si rispetti a Firenze e dintorni conserva gelosamente la sua ricetta del peposo ed ovviamente ognuna si sente depositaria di quella "vera", dell'originale: ecco qua la nostra .
  • 1 kg  di muscolo
  • 3 spicchi d’aglio
  • 1 cucchiaio di pepe in grani
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • vino rosso
  • sale

In un tegame, possibilmente di coccio, mettere il muscolo tagliato a pezzi piuttosto grossi, gli agli “vestiti” ossia non sbucciati, il pepe, l’olio e il sale.
Coprire col vino rosso e mettere in forno a 120°-160° per 3-4 ore.Si può cuocere anche sul fuoco bassissimo con lo spargifiamma, sempre per non meno di tre ore.
Alla fine dovrà risultare morbidissimo e con il sugo ben ritirato e cremoso.Si serve con fette di pane toscano "abbrustolito".

Nessun commento:

Posta un commento

Elenco blog personale