"Quando gli uomini condividono il pane condividono la loro amicizia...."

mercoledì 18 maggio 2011

"Il posto delle fragole"











Sorpresa delle sorprese stamattina nell'orto ho trovato le prime fragoline!!!Io le coltivo in vaso; ho provato ripetutamente a coltivarle in piena terra, senza però risultati, così l'anno scorso ho deciso di metterle in vaso e questa volta i risultati non si sono fatti attendere.











Appena si vedono da lontano i piccoli puntini rossi, nascosti sotto le foglie, la prima tentazione è quella di attaccarsi al vaso e mangiarne una dietro l'altra! Poi considerata la quantità...

La prima cosa che si può fare, avendo dell'ottima cioccolata fondente a disposizione, è una bagna cauda di cioccolato nella quale tuffare le fragole!!!Slurp.......
Successivamente, si potrebbe tentare un "Eton Mess", il tradizionale pudding freddo che viene servito all'Eton College il 4 giugno per festeggiare l'inizio dell'estate.


Si potrebbero produrre o acquistare piccole meringhe, e dopo averle sbriciolate, incorporarle alla panna montata e alle fragole spezzettate



Torta meringhe, panna e fragole




1 pan di spagna fatto con 
3 uova
90g zucchero
45g farina
45g fecola o maizena

Sbattere con le fruste a lungo le uova con lo zucchero, almeno 30 minuti.Quando il composto "scrive", versare la farina e la fecola setacciate, poco alla volta, amalgamarle al composto con un cucchiaio di legno facendo attenzione a non smontarlo. Versare il tutto in uno stampo e cuocere a 150° per 40 minuti.

Adesso si procede con la crema inglese




la mia ricetta preferita è quella di Stefano Arturi; a dire il vero le sue ricette sarebbero due: una più leggera ed una più ricca... e noi partiamo da quella più ricca:


6 tuorli
60g zucchero
sale q.b.
1 cucchiaino amido di mais o fecola
300 ml latte
300ml panna
scorza di limone(Arturi mette 1 baccello di vaniglia)


Scaldare il latte e la panna in un pentolino con la scorza di limone.Montare con le fruste i tuorli con lo zucchero e l'amido.Versare a filo il latte caldo, continuando a sbattere in modo da incorporarlo alle uova.Cuocere a bagnomaria a fuoco bassissimo, altrimenti si potrebbe rischiare di fare le uova strapazzate dolci .Una ventina di minuti di cottura dovrebbero bastare. Nel caso che le uova impazzissero, cioè il composto diventasse granuloso, niente paura: toglierlo dal fuoco, versarlo nel mixer e frullarlo alcuni secondi, per togliere i grumi, passare ad un colino e rimetterlo sul fuoco.
La versione più leggera segue lo stesso procedimento, ma con questa dose:


2 tuorli
2 uova
300 ml latte 1 cucchiaino di amido di mais
sale q.b.


Queste due creme sono entrambe ottime! La seconda è forse la più adatta, a mio avviso, ad essere usata per essere trasformata in Chantilly, aggiungendo 400ml di panna.




A questo punto ci restano da fare le meringhe e poi passeremo all'assemblaggio.Descritta così, questa torta sembra non finire più, in realtà tutte queste fasi si possono diluire in più giorni, pertanto può risultare comodo non doversi occupare della torta all'ultimo, quando ci sono altre cose da fare.


Per le meringhe basteranno 4 albumi
Pesare gli albumi ed incorporarci lo stesso peso di zucchero( ne servirà altrettanto)
 un pizzico di sale
Qualche goccia di limone


Sbattere con le fruste le chiare, metà zucchero previsto, il sale e le gocce di limone a neve fermissima, mentre si monta aggiungere gradualmente il resto dello zucchero, mettere in una tasca da pasticcere, formare le meringhe sulla carta da forno e cuocere ad 80-100°, con il forno socchiuso per almeno 2 ore. Più che cuocere le meringhe dovrebbero asciugare.Con 4 albumi si riesce a avere una meringa a disco con un diametro di 22cm e tante meringhe piccole.




 

Terminata questa operazione, prepariamo le fragole:laviamole e riduciamole a pezzetti piccoli, lasciandone da parte qualcuna che useremo per decorare.Condiamole con lo zucchero e lasciamole macerare per un po'.
Adesso assembliamo la torta!
Sistemiamo sul vassoio da portata la meringa grande, spalmiamoci sopra un po' di Chantilly, appoggiamo sopra metà del pan di spagna; a questo punto imbeviamolo con il succo delle fragole ,


 
e spalmiamo un nuovo strato di Chantilly, ricopriamo poi con la macedonia e  chiudiamo con l'altra metà di pan di spagna. Spalmiamo nuovamente la Chantilly sopra e sul lato della circonferenza; posizioniamo le meringhe piccole, in modo da ricoprire perfettamente tutta la torta.


 





Montiamo 400ml di panna e andiamo a chiudere tutti gli spazi che si sono creati tra le meringhe, decoriamo con le fragole intere.E voilà....






Non vi viene l'acquolina in bocca?Peccato!
Comunque si può sempre rimediare con quest'altra ricetta:


Meringata, fragole, cioccolato e panna




2 dischi di meringhe (diametro 22-24cm) + spumini 
100g di cioccolato fondente
1 cestino di fragole
300-400g di panna da montare
Preparazione:
Preparare precedentemente due dischi di meringa e gli spumini con la ricetta data sopra.Sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente, spennellare i dischi e attendere che si solidifichi. Pulire le fragole e tagliarle  a metà. Montare la panna, io non metto mai lo zucchero ma se vi piace lo potete fare.Sistemare il disco di meringa sul vassoio, spalmare un sottile strato di panna. Coprire la superficie con le fragole disposte a raggiera con la punta rivolta verso il centro. Coprire nuovamente con un altro strato sottile di panna (aiuta a tener ferma la struttura) e sormontare con il secondo disco. Decorare alternando spumini di panna, spumini di meringa e fragole sporcandone la parte inferiore con la panna per far sì che rimangano ancorati.
Lasciare riposare il dolce in frigo per qualche ora per permettere che la panna si solidifichi adeguatamente.


Adesso ?

Un'altra torta che si presta bene ad essere farcite con panna e fragole o crema e fragole è la torta paradiso.



200 gr di burro
200 gr di zucchero
3 uova
300 gr di farina
1 cucchiaino di lievito
scorza di limone grattugiata
un pizzico di sale
latte qb




Setacciare farina, sale e lievito.
Montare il burro prima da solo e poi con lo zucchero fino ad ottenere una crema bianca. 
Unire scorza di limone ed un uovo alla volta alternando ad una cucchiaiata di farina. Poi aggiungere il resto della farina sempre un po’ alla volta mescolando piano e da sotto a sopra con un mestolo di legno, se l’impasto risultasse troppo denso aggiungere un po’ di latte. 
Metterlo nello stampo e lisciarlo con una spatola..
Cuocere a 170°-180° per 30-35 minuti.
Farla raffreddare bene su una gratella quindi tagliarla a metà, bagnare con il succo delle fragole macerate, spalmare la panna montata o la crema, distribuire le fragole, coprire nuovamente con panna o crema e chiudere con l'altra metà della torta.Cospargere con zucchero a velo..









Nessun commento:

Posta un commento

Elenco blog personale