"Quando gli uomini condividono il pane condividono la loro amicizia...."

lunedì 15 febbraio 2016

Baccalà mantecato


Cosa dire del baccalà mantecato?
Per me è la trasformazione di un alimento povero, lo stoccafisso appunto, in qualcosa di straordinario, delicato, raffinato etc, etc. Detto così potrebbe sembrare che volessi disdegnare il tradizionale baccalà alla Livornese, con pomodoro e patate o quello alla Vicentina con le cipolle: niente di più inesatto!!!
Livornese o Vicentino rimangono ricette indiscutibili.
Questa crema però, aromatizzata con aglio e prezzemolo è perfetta!
Come antipasto, accompagnata con fette di polenta o pane caldi o come secondo veloce, insieme ad un'insalatina verde....
Possiamo partire dallo stoccafisso seccato e quindi mettendolo in ammollo almeno con un anticipo di 24 ore, avendo cura di cambiare l'acqua più volte, oppure possiamo acquistare quello già ammollato, risparmiando tempo.



600 g. di baccalà da ammollare
acqua q.b.
1 bicchiere di latte 
sale, pepe q.b.
 100 ml Olio di oliva
1 spicchio di aglio
1 ciuffo di prezzemolo

Mettere il baccalà ammollato in un tegame, aggiungere il latte e l'acqua fino a coprirlo e far cuocere per un quarto d'ora circa, fino a che il pesce non risulti morbido.
Una volta cotto, farlo a pezzetti,  togliere le eventuale lische e inserirlo in un recipiente stretto e alto, io uso lo stesso che mi serve per montare la maionese. 
Versare l'olio a filo e al contempo con il minipimer iniziare a montare il tutto, aggiustare con sale e pepe e decorare con aglio e prezzemolo.
Ecco pronta una delizia!

Nessun commento:

Posta un commento

Elenco blog personale