"Quando gli uomini condividono il pane condividono la loro amicizia...."

martedì 9 maggio 2017

Focaccia con pomodorini e olive






Ebbene sì, lo confesso, ho di nuovo "il bambino" in casa! Per bambino intendo il lievito madre che va accudito appunto come un bebè....di fatto le focacce, il pane etc. etc. vengono che è una meraviglia....e si mangiano che è una meraviglia!!!! Purtroppo so già che me ne pentirò, però finchè posso vado avanti a produrre...ecco qua questa focaccia con pomodorini e olive










500 g di farina tipo 2
200 g di pasta madre
320 ml di acqua
2 cucchiai di olio extra vergine
sale
 pomodorini
olive nere

Impastare il lievito con acqua e farina e lavorare per 5-10 minuti, fino a quando l'impasto è liscio e incordato. Lasciare lievitare per 3-4 ore. Distribuire l'impasto in due teglie rivestite di carta forno e oliate , schiacciare la pasta bene e lasciare nuovamente lievitare per qualche ora. aggiungere le olive e i pomodorini a fette, spennellare con acqua e olio, salare e cuocere a 200° per 25 minuti






















venerdì 5 maggio 2017

Forest fruit cheesecake di Mary


Questa torta parla da sola!!! Ieri sera al consueto tè del giovedì pomeriggio alla British Library tutti i presenti sono stati deliziati da questo tripudio di colori, rose, frutti di bosco.....
l'artefice di tutto ciò non poteva che essere Mary, pasticcera e cuoca raffinata, questa è la sua ricetta:


per la base:

150 g di  biscotti digestive
70 g di burro
1 manciata di ribes nero oppure uvetta

per la crema:

500 g di robiola
100 g di yogurt
200 g di panna
2 fogli di gelatina
3 cucchiai rasi di zucchero di canna

per decorare:
marmellata di more
fragole
lamponi 
mirtilli

Triturare nel mixer i biscotti, il ribes nero e il burro. Stendere l'impasto in un a tortiera apribile e passare in frigo. Intanto procediamo con la crema.
Ammollare la gelatina nell'acqua fredda per una decina di minuti, strizzare e sciogliere nello yogurt riscaldato. Lavorare la robiola, montare la panna e aggiungerla al formaggio insieme allo zucchero e alla gelatina e yogurt.
Decorare con marmellata di more e frutta di bosco fresca.Passare in frigo fino al momento di servire











domenica 30 aprile 2017

Pan di spagna con panna e fragole






Stagione di fragole, cosa ci può essere di meglio???Se aggiungiamo anche la panna....il binomio è indissolubile! Se scegliamo anche un magnifico stampo Nordic ware il successo è assicurato. Un classico Pan di Spagna farà da contenitore. Direi semplice, veloce strepitoso...una garanzia. Aggiungerei anche pratico,  poichè  possiamo preparare il Pan di Spagna il giorno precedente, infatti si taglia decisamente meglio, e farcirlo all'ultimo.





Servono:

5 uova a temperatura ambiente
150 g di zucchero di canna
100 g di farina tipo 2
50 g di fecola
scorza grattugiata di un limone

Per farcire :


200 ml di panna da montare
500 g di fragole
zucchero a velo per guarnire





 Accendere il forno a 180°.Montare le uova con lo zucchero per una ventina di minuti, io uso la planetaria, setacciare intanto la farina e la fecola, e grattugiare la scorza del limone. Trascorso il tempo dovrete trovare che il composto di uova e zucchero è cresciuto in maniera esponenziale, dovrebbe essere circa sei volte il volume iniziale, se ciò non fosse buttate il tutto e ricominciate da capo.
In caso positivo, aggiungere a mano la scorza e le farine, facendo bene attenzione a non smontare il composto, versare nello stampo imburrato e cuocere in forno per venti minuti circa.
Lasciar raffreddare prima di sformare.
Una volta fredda, tagliare la torta e farcire con fragole e panna, spolverizzare con zucchero a velo.





domenica 23 aprile 2017

Cheesecake al limone di Gio



Più si cresce più si ritorna bambini.... questo era il cheesecake al limone che Gio, quando era piccolo, chiedeva ogni compleanno e che immancabilmente troneggiava sull'alzata bianca di porcellana, pronto per la sistemazione delle candeline; ho detto chiedeva perchè in effetti era da un po' che Gio preferiva altre torte e io non mi cimentavo più in questa meraviglia per gli occhi e per i sensi.
Adesso il fanciullo è cresciuto e non solo mi ha richiesto il cheesecake ma lo ha voluto anche realizzare insieme.....
inutile dire quanto la cosa mi abbia riempito di gioia....
ecco quindi il risultato di una bella "collaborazione"






Per la base:

150 g di digestive
70 g di burro


Per la crema:

300 g di ricotta
150 g di philadelphia
300 g di mascarpone
100 ml di succo di limone
scorza di 2 limoni
100 ml di panna
2 fogli di gelatina
100 g di zucchero di canna

Per la gelatina

200 ml di acqua
90 ml di succo di limone
scorza di 1 limone
80 g di zucchero
25 g di maizena





In un mixer sbriciolare i biscotti, aggiungere il burro e amalgamare bene, distribuire in un a tortiera del diametro di 24 cm. e riporre in frigo.
Intanto prepareremo la crema...
Ammollare la gelatina in acqua fredda per una decina di minuti, riscaldare appena la panna senza farla bollire. Amalgamare con una frusta la ricotta , il philadelphia e il mascarpone, aggiungere lo zucchero, la scorza ed il succo del limone. Strizzare la gelatina, scioglierla nella panna ed aggiungere il tutto al composto cremoso.
Estrarre la frigo la base e versarci sopra la crema, livellare e riporre in frigo.






Prepariamo la gelatina:

in un pentolino versare lo zucchero e la maizena, mischiare bene, aggiungere l'acqua, il succo e la scorza del limone e porre sul fuoco, girare fino a quando non inizia ad addensarsi. Togliere dal fuoco e lasciare raffreddare, girando di tanto in tanto. Una volta freddo versare sulla torta e decorare a piacere.
Riporre in frigo fino al momento di servire.






domenica 16 aprile 2017

Caprese bianca

Una vera magia questa caprese bianca......



Ecco svelato il dessert di Pasqua 2017....
un guscio morbido e profumatissimo sormontato da una nuvola inebriante di panna cosparsa di scorza di limone e cioccolata bianca grattugiata : semplicemente conturbante!







Ecco cosa serve:

200 g Farina di mandorle
50 g fecola 
200 g cioccolato bianco 
100 g zucchero di canna 
5 uova
50 g di burro fuso
80 g di olio di semi
1 fiala di aroma al limone
scorza di 3 limoni
succo di 1 limone
30 g limoncello 
  1 busta lievito dolci


Montare le uova con lo zucchero per almeno 15 minuti, devono quintuplicare il loro volume. Unire l'olio a filo ed il burro fuso, la scorza grattugiata dei limoni, il succo, il limoncello sempre continuando a montare. Aggiungere la fecola e la farina setacciate facendo attenzione a non smontare il composto. Distribuire in stampi da muffins o in una tortiera del diametro di 24 cm.  e infornare a 170° per 20 minuti circa nel caso delle monoporzioni, altrimenti, nel caso della torta di 24 cm per 50 minuti.
Decorare con panna montata spolverizzata con scorza di limone e cioccolata bianca grattugiate




giovedì 13 aprile 2017

Pan di ramerino del giovedì Santo




Siamo nuovamente alla vigilia del giovedì santo e come consuetudine eccomi a preparare i panin di ramerino tradizionali....è stata la prima ricetta postata nel lontano 2011, esattamente il 22 aprile, allora usavo ancora la farina 00 per i miei dolci, adesso non più....la nuova ricetta non è cambiata di molto, ho usato solo un po' più di olio e molto meno lievito di birra per rendere morbidi anche il giorno successivo i panini, ovviamente nel tentativo che durino....al giorno dopo....

Per la biga

100 g di semola rimacinata
60 g di acqua
4 g di lievito di birra

La biga si impasta la sera precedente e si lascia lievitare tutta la notte, io l' ho messa  nel forno chiuso.


per l'impasto

4 g di lievito
400 g di semola rimacinata
50 g di zucchero
200 g di acqua
90 g di olio
150 g di uvetta
sale q.b.
la biga
rosmarino a piacere
vinsanto 2 cucchiai
uovo per la doratura
acqua e zucchero in parti uguali per lo sciroppo







Mettiamo l'uvetta in ammollo nel vinsanto per un'oretta.Tritiamo il rosmarino e facciamolo appena soffriggere in una padella insieme all'olio d'oliva. Mentre l'olio aromatizzato al rosmarino diventa tiepido, impastiamo nella planetaria la biga con il lievito sciolto in metà acqua, la farina e lo zucchero, lavoriamo bene per alcuni minuti, aggiungiamo il sale sciolto nell'acqua restante.Continuiamo a lavorare con il gancio, facendo incordare l'impasto, adesso aggiungiamo l'olio ed il rosmarino, impastiamo per una decina di minuti a bassa velocità, mantenendo sempre l'incordatura ed infine aggiungiamo l'uvetta strizzata.
Lasciamo riposare il tutto per almeno un quarto d'ora al tiepido. Suddividiamo l'impasto in panini, pirliamoli e posizioniamoli in una teglia, ben distanti l'uno dall'altro in modo che crescano bene durante la lievitazione, incidiamo una croce su ognuno e lasciamo riposare fino al raddoppio.
Lucidiamo con tuorlo sbattuto insieme ad un po' d'acqua, inforniamo a 180° per 20 minuti circa, dovranno diventare gonfi e dorati.
Prepariamo lo sciroppo con lo zucchero e l'acqua e spennelliamoli non appena li toglieremo dal forno, ancora caldi sono a dir poco irresistibili....





giovedì 30 marzo 2017

Crostata di mele low carb


Ennesima ricetta di torte di mele.....forse aveva la ragione la strega di Biancaneve....
la torta di mele appena sfornata è la torta più buona che c'è, profumata, inebriante, irresistibile non si smetterebbe mai di mangiarla.....
Ho voluto provare ad usare fagioli di soia nell'impasto della frolla e mi pare che il risultato sia niente male....in questo modo si rende meno "carboidrosa" , per usare un neologismo, la crostata.










200 g di fagioli di soia
100 g di farina tipo 2
2 cucchiai di olio d'oliva
2 cucchiai di zucchero di canna
1 uovo 
1 cucchiaino di lievito da dolci
scorza di limone

4 mele tagliate a fettine
100 g di uvetta ammollata

Frullare in un mixer i fagioli di soia cotti, aggiungere tutti gli altri ingredienti. Stendere il composto ottenuto in una teglia rivestita di carta forno, disporvi sopra le fettine di mela e l'uvetta e passare in forno a 200° per circa mezz'ora. Più facile e veloce di così....






Elenco blog personale